Filippo Ongaro

Health & performance coach / medico degli astronauti ESA dal 2000 al 2007

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007, è il primo medico italiano ad essersi certificato in medicina anti-aging e funzionale in USA. Autore di numerosi bestseller, è ospite frequente di trasmissioni radiofoniche e televisive nazionali ed estere. È anche coach certificato in problem solving e comunicazione strategica dal Centro di Terapia Strategica del Prof.Nardone e ha conseguito la certificazione come Strategic Intervention Coach dal Robbins-Madanes Training Center negli USA. Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social e in YouTube, aiuta le persone a potenziare la salute, raggiungere la massima prestazione psico-fisica e vivere così una vita a pieno. Vive e lavora in Svizzera e per sua scelta non si dedica più all’attività clinica lavorando esclusivamente come coach.

Andrea Bianchi

Scrittore & Fondatore della prima scuola di Barefoot Hiking

Andrea Bianchi ha pubblicato tre libri sulla filosofia e i benefici del camminare a piedi nudi in natura, Con la Terra sotto i piedi (2018) per Mondadori, A piedi nudi (2017) e Il silenzio dei passi (2016) entrambi per Ediciclo. Conducendo workshop di camminata scalza un po’ ovunque, dalle Dolomiti alla Via Francigena, è diventato oggi il punto di riferimento del barefoot hiking in Italia. Nel 2017 ha dato vita alla prima scuola italiana di barefoot hiking, “Il silenzio dei passi” (ilsilenziodeipassi.it), con cui propone il cammino a piedi nudi come una pratica di benessere psicofisico accessibile a tutti, per riconnettersi alle energie della Terra ma anche per imparare a diventare interiormente leggeri e silenziosi. Il 16 settembre 2018 – a Villa Welsperg, Primiero San Martino di Castrozza, in Trentino – ha guidato 213 persone a realizzare il record della fila indiana più lunga al mondo di persone scalze in montagna, per lanciare l’appello per un rapporto più rispettoso e consapevole con la Natura. Studia e pratica lo yoga da più di vent’anni, e quando indossa le scarpe è ingegnere e consulente di comunicazione, giornalista, fondatore ed editore del magazine online MountainBlog, uno dei più seguiti siti web sul mondo della montagna e degli sportoutdoor.

Alessia Russo

CEO & Co-Founder Drone Guardy

Alessia Russo ha festeggiato i suoi 18 anni aprendo una startup in Silicon Valley. Millenial nata a Torino, piena di curiosità e desiderosa di scoprire il mondo e abituata a pensare fuori dagli schemi, ha frequentato un anno di liceo a Vancouver, dove ha cominciato ad avvicinarsi all’imprenditoria facendo un internship presso un fondo di criptovalute. In seguito, è poi volata a San Francisco insieme a suo fratello, Simone, per lanciare Drone Guardy – startup che unisce la tecnologia dei droni, 1500 piloti e l’AI per offrire servizi nel campo della sicurezza. Dopo essersi diplomata al Liceo Internazionale, Alessia ha deciso di conseguire una doppia laurea in Economia presso la Columbia University di New York e l’Università Sciences Po di Parigi.

Serenella Antoniazzi

Project Coordinator Eurising e responsabile imprese del progetto La stanza delle idee

Serenella Antoniazzi entra nell’azienda di famiglia, una pulitura metalli fondata dal padre e dallo zio, all’età di 16 anni. All’età di 18 anni diviene contitolare dell’azienda rilevando la quota dello zio assieme al fratello. Seguono anni floridi almeno fino al 2008. La grande crisi si sente pesante ma l’azienda regge per un po’ ma il fallimento pare inevitabile. Serenella scrive un diario degli eventi che diventa un libro (“Io non voglio fallire” NuovaDimensione Editore). Questo diventa occasione per un confronto con le Associazioni di categoria e con la politica, così ne nasce un “Fondo per le vittime di mancati pagamenti per dolo di terzi” che il Ministero dello Sviluppo Economico, con il supporto di quello dell’Economia, istituiscono in Legge di stabilità 2016. Analogo Fondo viene creato dalla Regione del Veneto, una delle più colpite dalla crisi delle imprese. Serenella continua e diviene fautrice del rilancio di un’Associazione di promozione sociale, “La stanza delle idee”, che si occupa dei piccoli imprenditori in crisi e delle loro famiglie. Oggi Serenella si occupa di aiuti alle imprese, di sociale, di progetti a tutela delle donne, di valorizzazione territoriale, entrando nel cuore dei programmi; di recente ha fatto parte del team di lavoro che ha presentato la candidatura del Cadore a Capitale delle Cultura italiana 2020. È inoltre promotrice e membro del Comitato Tecnico Scientifico di un innovativo percorso di formazione per imprenditori: “Impresa bene comune”.  

Lorenzo Busi

Responsabile comunicazione & Direttore creativo BigRock

Lorenzo Busi, trevigiano classe 1988, è il responsabile della comunicazione e direttore creativo di BigRock, la più grande scuola di Computer Grafica in Italia, da poco parte del gruppo H-FARM Education. Da sempre appassionato di cinema e viaggi, si laurea in Arti Visive e dello Spettacolo a Venezia, coniugando gli studi con una carriera professionistica da pallavolista, militando in realtà nella massima serie come Sisley Volley Treviso e Pallavolo Padova. Specializzato poi in animazione 3D a BigRock, ha deciso di rimanere all’interno della scuola prendendone in gestione l’immagine e la comunicazione. Ad oggi assiste il fondatore Marco Savini nelle sue continue idee innovative e nei viaggi avventura per gli studenti negli Stati Uniti.

Alessandro Melis

Architetto & Direttore della Cluster for Sustainable Cities

Alessandro Melis è oggi Direttore della Cluster for Sustainable Cities, un prestigioso centro di ricerca internazionale che coinvolge ricercatori provenienti da dodici istituzioni in tre continenti, e il fondatore del Media Hub, il primo open lab della University of Portsmouth, con l’obiettivo di studiare l’innovazione tecnologica nel campo della progettazione climatica ed ambientale.

A Portsmouth Melis ha fondato il Master in Architectural Conservation e alla University of Auckland, dove ha diretto il dipartimento di sostenibilità e tecnologia nella facoltà di Architettura e Pianificazione. Tra le innovazioni di carattere accademico per cui è riconosciuto, vi è l’introduzione in architettura dei cosiddetti “Hybrid tecahing methods”, l’integrazione di BIM, computazione, e fluidodinamica nella progettazione climatica. Il riconoscimento di questi risultati è corroborato da oltre 100 pubblicazioni in A-Class peer review journal e altrettante citazioni. Melis attualmente coordina progetti di ricerca internazionali sulla resilienza in architettura e guida un team di 5 università, amministrazioni locali e partner industriali (Miami, Taiwan, Danzica, Southend on Sea, Eindohven, Uppsala) sulla pianificazione urbana attraverso il nexus cibo-energia-acqua (CRUNCH) e sul riciclo della plastica (PLASTICITY) come strumento di ripensamento infrastrutturale della città del futuro

Giuseppe Riva

Professore Ordinario di Psicologia Generale all’Università Cattolica di Milano

Giuseppe Riva è Professore Ordinario di Psicologia Generale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore dove ricopre gli insegnamenti di Psicologia della Comunicazione e Psicologia e Nuove Tecnologie della Comunicazione. Dirige inoltre il Laboratorio di Studio dell’Interazione Comunicativa e delle Nuove Tecnologie – LICENT. È attualmente Direttore dell’Applied Technology for Neuro-Psychology Lab. presso l’Istituto Auxologico Italiano che si occupa della creazione di nuovi modelli organizzativi e clinici basati sull’uso innovativo delle nuove tecnologie 

È membro fondatore e attuale Presidente (dal 2009) dell’International Association of CyberPsychology, Training, and Rehabilitation ed è stato membro dello steering committee della Society for Computers in Psychology. Riva è inoltre European Editor della rivista scientifica: Cyberpsychology,  Behavior and Social Networking; Editor-in-Chief della rivista scientifica Journal of CyberTherapy and Rehabilitation ed Associate Editor della rivista scientifica Annual Review of Cybertherapy and Telemedicine.

Ivana Padoan

Psicologa, linguista, pedagogista e docente all’Università Ca’ Foscari di Venezia.

È docente nel Dipartimento di Filosofia e Beni culturali. Come psicologa, linguista e pedagogista ha una formazione interdisciplinare trasversale. Si occupa di Epistemologia della Complessità, del Genere, di Inter e Transculturalità, di Autobiografia e di Autoformazione con un’attenzione particolare ai sistemi di relazione delle conoscenze e delle pratiche.

Interviene in diversi contesti e ambienti nazionali e internazionali sulla relazione dei soggetti, delle istituzioni, delle comunità, delle professioni, della cittadinanza attiva, delle smart city, della sostenibilità.

Gianluca D'Inca Levis

Ideatore e curatore di Dolomiti Contemporanee

Curatore e critico d’arte contemporanea. Laureato in architettura all’Università IUAV di Venezia. A partire dal 2010, ha avviato una riflessione culturale sulla montagna, sviluppando una serie di pratiche sperimentali di rigenerazione del patrimonio, che innescano relazioni operative tra il paesaggio e la sua identità, il rilancio di siti industriali o civili dismessi, l’arte contemporanea quale vettore trasformativo efficace, la strategia delle reti, territoriali ed extraterritoriali.

Centrale l’idea di produrre immagini rinnovative, critiche e proiettive, che sappiano contribuire alla cogenerazione dei paesaggi, rifiutandone le letture stereotipe.

Nel 2013 ha avviato il Concorso Internazionale Two Calls for Vajont.

Nel 2014 avviato la piattaforma di rigenerazione Progettoborca.


Performance artistiche

Venezia Balletto

di Sabrina Massignani

Centro di Formazione Professionale per la danza, diretto da Sabrina Massignani e fondato nel 1985 con il nome di Associazione Arte Danza, si propone da più di trent’anni come una delle realtà formative coreutiche più longeve e maggiormente riconosciute dai diversi premi e menzioni ottenuti negli anni nel panorama regionale e nazionale. La Compagnia Venezia Balletto viene fondata nel 1999 e comprende al suo interno ballerini provenienti dalla sua scuola e da altre realtà professionali. La coreografia per Sabrina Massignani si riconosce in una prospettiva globale fatta di forme e stili diversi per riscoprire le inesauribili potenzialità del corpo danzante puro. La sua ricerca coreografica è instancabile, la sperimentazione un’esigenza, un bisogno naturale che muove il suo desiderio creativo, la fusione e la contaminazione tra i diversi stili un punto fermo nella sua visione della danza come un’arte omnicomprensiva.

Funkasin

Street band

Quindici ragazzi e un’unica grande passione: la Musica. Quindici diverse personalità con alle spalle le più svariate esperienze e passioni musicali che convogliano in un unico grande esperimento: FUNKASIN. Un progetto che rispetta la tradizione della musica di strada ma allo stesso tempo rivolge uno sguardo al futuro, proponendo molteplici innovazioni: dalla formazione, composta da 12 strumenti a fiato e 3 percussioni, allo spettacolo itinerante e senza sosta che percorrere strade e palchi come una vera e propria Street Parade, al repertorio che propone, una moltitudine di brani dei più disparati generi e artisti, completamente rivisitati in chiave FUNKASIN.